Appunti, ricerche e studi condotti a tempo perso senza scopo e senza meta.

La mimosa pudica o mimosa sensitiva.

Questa pianta ha origine sudamericana e predilige un clima caldo ed umido, sebbene sia riuscita ad acclimatarsi anche in climi pi rigidi.

mimosa pudica o sensitiva

Per sopravvivere all'inverno ha bisogno di essere messa a dimora.

Ha la caratteristica di muovere le foglie sia per incontrare la luce solare che a fronte di stimoli esterni.
Basta toccare o sfiorare le foglie per provocare uno stimolo che si trasmette verso il fusto e provoca l'ordinato ripiegamento delle foglie.

Il fusto provvisto di una peluria e di occasionali spine.

Necessita di essere innaffiata poco e spesso in modo da evitare il ristagno dell'acqua e di attendere l'asciugatura del terreno prima di procedere al nuovo innaffiamento

clicca per vedere il video

La temperatura ideale intorno ai 20-22 gradi con ph neutro.

Il movimento delle foglie utilizzato anche per ottimizzare il raggio di incidenza del sole sulle foglie (fototropismo).

mimosa sensitiva in fiore

I fiori della mimosa sensitiva sono violetti e durano pochi giorni.

mimosa sensitiva in fiore

Di notte la mimosa ripiega le foglie in forma di baccello.

mimosa sensitiva chiusa per la notte


aggiornamento:
agosto 2003

axeb.it 2003
tutti i diritti sono riservati
vietata la riproduzione anche parziale